24.03.19 LucidaRabbia verso Verona

Una serata dedicata all’arte come strumento di lotta politica, a una settimana dalla tre giorni di Verona Città Transfemminista contro il congresso internazionale delle famiglie che vi avrà luogo il 29-31 marzo.

Iniziamo alle ore 18.00 con la proiezione di “Aborto, le nuove crociate”, un documentario di Alexandra Jousset e Andrea Rawlins-Gaston, non distribuito in Italia e che vogliamo diffondere per far conoscere meglio questo attacco all’autodeterminazione delle donne.

Il documentario descrive la situazione in Italia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Polonia e Francia, paese in cui un giovane esperto di social media ha fondato “Les Survivants”, gruppo che ha rivoluzionato la comunicazione antiabortista rendendo credibile e appetibile la lotta contro l’aborto.
Il documentario verrà proiettato in lingua originale con i sottotitoli in italiano.

Alle 19.00 l’aperitivo preparato dalle donne di Lucha y Siesta.

E alle 20.00
#Lucidarabbia di Giorgia Frisardi – Organetto e Voce
Una performance poetica antipatriarcale e femminista, un’esibizione sulla vocalità, che aspira alla metafora e alla materia.
Naviga tra le poesie tratte dall’omonima raccolta e l’improvvisazione vocale, approdando in musiche di parole e suoni, attraverso la musica elettronica, la voce parlata, quella cantata e il suono remoto dell’organetto, immagini di parole che mangiano di politica e intimità.

Giorgia Frisardi, classe ‘88, si occupa di antropologia culturale, teatro fisico, sperimentale e sociale, ed è una attivista della rete Non Una Di Meno.

I commenti sono chiusi.

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: