La Lucha non si ferma Mai

Domenica 30 maggio ci vediamo all’ANGELO MAI per una bella giornatona… dalle 12 al coprifuoco, ๐–ซ๐–  ๐–ซ๐–ด๐–ข๐–ง๐–  ๐–ญ๐–ฎ๐–ญ ๐–ฒ๐–จ ๐–ฅ๐–ค๐–ฑ๐–ฌ๐–  ๐–ฌ๐– ๐–จ e anzi si riempie di arte, poesia, momenti di dialogo e confronto e tanta musica.

Ecco il programma:

apertura ore 12
(๐‘Ž๐‘™๐‘™โœ๐ด๐‘›๐‘”๐‘’๐‘™๐‘œ ๐‘€๐‘Ž๐‘– ๐‘’ฬ€ ๐‘๐‘œ๐‘ ๐‘ ๐‘–๐‘๐‘–๐‘™๐‘’, ๐‘š๐‘Ž๐‘›๐‘”๐‘–๐‘Ž๐‘Ÿ๐‘’, ๐‘๐‘’๐‘Ÿ๐‘’, ๐‘Ÿ๐‘–๐‘๐‘œ๐‘ ๐‘Ž๐‘Ÿ๐‘’, ๐‘ ๐‘ก๐‘Ž๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘๐‘’๐‘›๐‘’ ๐‘“๐‘–๐‘›๐‘œ ๐‘Ž๐‘™๐‘™๐‘’ ๐Ÿš๐Ÿš,๐Ÿ›๐Ÿ˜)

dalle 12 alle 20
โ„๐•š๐•ฅ๐•ฃโœ๐•’๐•ฅ๐•ฅ๐•š โ„™๐• ๐•–๐•ฅ๐•š๐•”๐•š ๐•’ ๐•”๐•ฆ๐•ฃ๐•’ ๐••๐•š ๐”ฝ๐•š๐• ๐•ฃ๐•’ ๐”น๐•๐•’๐•ค๐•š ๐•– ๐•ƒ๐•’๐•ฆ๐•ฃ๐•’ โ„๐•š๐•”๐•”๐•š๐• ๐•๐•š
๐–ฅ๐—‚๐—ˆ๐—‹๐–บ ๐–ก๐—…๐–บ๐—Œ๐—‚ ๐–พ ๐–ซ๐–บ๐—Ž๐—‹๐–บ ๐–ฑ๐—‚๐–ผ๐–ผ๐—‚๐—ˆ๐—…๐—‚ ๐–ผ๐—‹๐–พ๐–พ๐—‹๐–บ๐—‡๐—‡๐—ˆ ๐–ฝ๐–พ๐—‚ ๐—‹๐—‚๐—๐—‹๐–บ๐—๐—๐—‚ ๐—‰๐—ˆ๐–พ๐—๐—‚๐–ผ๐—‚ ๐–บ ๐—‰๐–บ๐—‹๐—๐—‚๐—‹๐–พ ๐–ฝ๐–บ๐—‚ ๐—๐—ˆ๐—…๐—๐—‚ ๐–ฝ๐—‚ ๐—€๐—‹๐–บ๐—‡๐–ฝ๐—‚ ๐–พ ๐—‰๐—‚๐–ผ๐–ผ๐—ˆ๐—…๐—‚ ๐–ผ๐—๐–พ ๐—‚๐—‡๐–ผ๐—ˆ๐—‡๐—๐—‹๐–พ๐—‹๐–บ๐—‡๐—‡๐—ˆ ๐—‡๐–พ๐—€๐—…๐—‚ ๐—Œ๐—‰๐–บ๐—“๐—‚ ๐–ฝ๐–พ๐—…๐—…’๐– ๐—‡๐—€๐–พ๐—…๐—ˆ ๐–ฌ๐–บ๐—‚.

ore 16,30
โ„™๐•ฃ๐•–๐•ค๐•–๐•Ÿ๐•ฅ๐•’๐•ซ๐•š๐• ๐•Ÿ๐•– ๐•๐•š๐•“๐•ฃ๐•  โž๐•ƒ๐•’ ๐•๐•ฆ๐•Ÿ๐•’ ๐•”๐•™๐•– ๐•ž๐•ฆ๐• ๐•ง๐•– ๐•๐•– ๐•ž๐•’๐•ฃ๐•–๐•–โž
๐•ƒโœ๐•’๐•ค๐•ค๐•’๐•๐•ฅ๐•  ๐•’๐• ๐•ก๐•’๐•ฅ๐•ฃ๐•š๐•’๐•ฃ๐•”๐•’๐•ฅ๐• 
๐–บ ๐–ผ๐—Ž๐—‹๐–บ ๐–ฝ๐—‚ ๐–ข๐—ˆ๐—‡๐—Œ๐—๐–พ๐—…๐–บ๐–ผ๐—‚๐—ˆ๐—‡ ๐–ฅ๐–พ๐—†๐—‚๐—‡๐—‚๐—Œ๐—๐–บ ๐–พ ๐–ซ๐—Ž๐–ผ๐—๐–บ ๐—’ ๐–ฒ๐—‚๐–พ๐—Œ๐—๐–บ
Un’indagine sulla geografia del dissenso femminista dentro e oltre la pandemia, dagli scioperi transnazionali alla casa-fabbrica. รˆ La luna che muove le maree (AgenziaX, 2020) raccolta di scritti firmati da alcune delle fondatrici del movimento Ni Una Menos

ore 18,30
๐”ธ๐•ค๐•ค๐•–๐•ž๐•“๐•๐•–๐•’ ๐•’๐•ก๐•–๐•ฃ๐•ฅ๐•’ ๐•ค๐•ฆ๐•๐•โœ๐•š๐•Ÿ๐•ฅ๐•ฃ๐•–๐•”๐•”๐•š๐•  ๐•ฅ๐•ฃ๐•’ ๐•ฅ๐•ฃ๐•’๐•Ÿ๐•ค๐•—๐•–๐•ž๐•ž๐•š๐•Ÿ๐•š๐•ค๐•ž๐•  ๐•– ๐•“๐•–๐•Ÿ๐•š ๐•”๐• ๐•ž๐•ฆ๐•Ÿ๐•š. ๐”ฝ๐• ๐•”๐•ฆ๐•ค ๐•ค๐•ฆ ๐•–๐•”๐• ๐•Ÿ๐• ๐•ž๐•š๐•’, ๐••๐•–๐•“๐•š๐•ฅ๐•  ๐••๐•š ๐•”๐•ฆ๐•ฃ๐•’ ๐•– ๐•š๐•ž๐•ก๐•’๐•ฅ๐•ฅ๐•  ๐•ค๐• ๐•”๐•š๐•’๐•๐•–.

Nel percorso di costruzione di un bene comune transfemminista ci siamo interrogatะท sul valore di esperienze complesse come Lucha o l’Angelo Mai. Si tratta di valutarne l’impatto (veramente) sociale e di indagare insieme l’opportunitร  o meno di quantificare un’esperienza forte e profonda, intima e collettiva attraverso concetti quali debito di cura, tempo speso, relazioni tenute. Il femminismo ci insegna che la cura รจ stata sempre delegittimata, sottofinanziata dal settore pubblico, affidata al mercato, rimandata al lavoro gratuito delle donne e di altri soggetti. Ci sembra che in maniera simile la cultura soffra il mancato riconoscimento del ruolo centrale che dovrebbe, invece, rivestire senza se e senza ma. Nell’economia tradizionale la cura come la cultura sono invisibili perchรฉ lontane dal paradigma di massimizzazione delle risorse e di sfruttamento dei vantaggi in termini di capacitร  produttive. Nel ragionare ancora, quindi, ci chiediamo se il pensiero sulle pratiche agite debba incontrarsi con alcune forme di quantificazione utili a diffondere l’importanza delle nostre esperienze e rivendicare ancora la legittimitร  delle nostre lotte. Come misurare qualcosa che pare invisibile? Quali sono gli indicatori per restituire in numeri ciรฒ che รจ viene agito giorno dopo giorno nei nostri spazi liberi? Come si incontrano l’ottica e i tempi, le trasformazioni, le fasi femministe e transfemministe con la quantificazione del tempo come ce lo hanno imposto? Come investire risorse senza favorire lo sfruttamento dei nostri corpi e delle nostre vite? Come diffondere la cultura della cura e la cura della cultura? Vogliamo condividere queste riflessioni con tutte le realtร  e le soggettivitร  che hanno voglia di proseguire con noi la strada del percorso di progettazione partecipata di Lucha 2.0, bene comune transfemminista.


ore 20,30
๐”ป๐• ๐•Š๐”ผ๐•‹ ๐••๐•š ๐”น๐•ฆ๐•Ÿ๐•Ÿ๐•ช ๐”ป๐•’๐•œ๐• ๐•ฅ๐•’ [๐•€๐•Ÿ๐••๐•ฆ๐•ค๐•ฅ๐•ฃ๐•š๐•’ ๐•€๐•Ÿ๐••๐•š๐•ก๐•–๐•Ÿ๐••๐•–๐•Ÿ๐•ฅ๐•– / ๐•ž๐•–๐•ฃ๐•–๐•Ÿ๐••๐•–]

I commenti sono chiusi.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: