Terzo Laboratorio di progettazione partecipata: la Dichiarazione di autogoverno di Lucha 2.0

Dopo l’asta del 5 agosto, la Regione Lazio si è aggiudicata l’immobile di Via Lucio Sestio 10. Con questa acquisizione la Regione riconosce una storia importante e apre, a tutta la comunità che l’ha scritta, un futuro possibile dopo anni di precarietà e incertezze.

Spazio di sperimentazione e pratica transfemminista, centro antiviolenza, casa di accoglienza per donne in fuoriuscita da situazioni di violenza, polo culturale, verde e polifunzionale, luogo di incontro, confronto e crescita collettiva, Lucha y Siesta è un’esperienza complessa che dal 2008 è a disposizione delle tante persone e delle tante realtà che hanno desiderio o bisogno di attraversarla; un luogo con un futuro oggi più sereno, in cui essere tuttə protagonistə della progettazione partecipata per un bene comune femminista e transfemminista.

Il percorso dei laboratori di progettazione partecipata inizia un anno fa: insieme ad altre importanti esperienze come la Casa Internazionale delle Donne, l’ex-asilo Filangieri di Napoli e Macao di Milano ci siamo impegnatə nell’approfondire il legame, fortemente basato sul concetto di cura, tra beni comuni e lotta femminista e transfemminista. 

Da quella prima due giorni e dai successivi incontri telematici, il processo collettivo di immaginazione e pratica di Lucha Bene Comune Transfemminista è andato via via arricchendosi. 

La nuova fase che si è aperta con l’aggiudicazione dell’asta ci dà nuova linfa per proseguire. Convochiamo quindi un nuovo incontro in presenza il 23 e il 24 ottobre nel giardino di Lucha y Siesta.

Vogliamo scrivere insieme la dichiarazione di autogoverno di Lucha 2.0, ovvero lo strumento attraverso cui la nostra comunità definisce pratiche, condizioni e connessioni con cui abita il suo spazio – in maniera non esclusiva, autodeterminata, autonormata e di cura, continuamente rigenerandolo.

Le due giornate si svolgeranno nel giardino di Lucha y Siesta (in Via Lucio Sestio 10) e si articoleranno come segue:

Sabato 23 ottobre 2021

  • ore 10.00 – 11.00 assemblea plenaria

Riprendiamo i fili del percorso dei laboratori di progettazione e inauguriamo la due giorni in corso definendo focus e modalità di lavoro. 

  • ore 11.00 – 13.00 scrittura collettiva della Dichiarazione di autogoverno di Lucha 2.0

La discussione parte dalla bozza della Dichiarazione, documento aperto, condiviso in precedenza con le persone che partecipano a questo incontro e frutto del percorso fin qui compiuto. 

Alcune domande guida orientano questa prima discussione sul tema: 

Nel quadro dell’esperienza e del percorso di Lucha y Siesta, cos’altro vorresti vedere in questa dichiarazione? Cosa potrebbe essere migliorato? Cosa eventualmente corretto? Cosa (parola, componente, strumento operativo, ecc.) non dovrebbe mancare nell’organizzazione di un bene comune femminista e transfemminista? Alla luce della tua eventuale esperienza, quali criticità sulla dichiarazione di autogoverno hai riscontrato? Quale aspetto ritieni importante evidenziare/chiarire/cambiare?

  • ore 13:00 – 14:30 pausa pranzo 
  • ore 14:30 – 18:00  scrittura collettiva della Dichiarazione di autogoverno di Lucha 2.0

La discussione sulla Dichiarazione prosegue, concentrandosi su alcuni nodi critici emersi negli incontri precedenti ed eventualmente durante la discussione della mattina.

Alcune domande guida orientano questa discussione: 

Nel percorso compiuto fin qui abbiamo immaginato Lucha 2.0 come un mosaico, un assemblaggio fluido di pratiche, attività, corpi e relazioni; come comunicano fra loro queste tessere? Quali sono quelle imprescindibili e quali quelle mutevoli o ancora da immaginare? In che misura sono autonome ma anche interconnesse? In quali spazi e con quali modalità praticano il consenso per prendere delle decisioni collettive? E infine: in che modo questo complesso assemblaggio e i suoi meccanismi possono essere descritti nella Dichiarazione senza uscirne irrigiditi né indefiniti?

Domenica 24 ottobre 2021

  • ore 10:00 -12:00 laboratorio di progettazione partecipata dellə bambinə

L’incontro, curato dall’associazione S.Co.S.S.E., è rivolto allə bambinə dai 5 anni in su; lə bambinə partecipanti non fruiscono passivamente lo spazio di Lucha ma partecipano attivamente alla sua immaginazione, progettazione e costruzione grazie a letture e momenti di gioco e laboratorio coinvolgenti e inclusivi.

  • ore 11:00 – 13:00 chiacchiere e colapranzo 

Un momento di tempo disteso, di incontro e di scambio, per mettere in circolo le idee sedimentate nella giornata di sabato, lasciare al gruppo dellə bambinə la possibilità di esplorare lo spazio senza un’assemblea adulta in corso e avere cura lə unə delle altrə. 

  • ore 13:00 – 16:00 assemblea plenaria

La discussione si apre con il report del lavoro collettivo di sabato e prosegue per sciogliere eventuali dubbi, divergenze o questioni aperte. L’assemblea, lavorando alla continua costruzione del consenso, modifica/integra e approva la dichiarazione di autogoverno di Lucha 2.0. 

COME PARTECIPARE:

Vorremmo una due giorni traboccante di presenze ma la situazione attuale ci impone, a malincuore ma convinte per il bene di tuttə, di limitare le iscrizioni. Ti chiediamo quindi di compilare il form di partecipazione, di aspettare la mail di conferma e di avvertire per tempo in caso non potessi più partecipare. Grazie per la collaborazione.

FORM DI ISCRIZIONE 

Per una partecipazione consapevole, consulta e scarica questi materiali preparatori

Materiali utili (leggi, regolamenti, altre dichiarazioni)

Documento di restituzione del primo laboratorio

Video del secondo laboratorio Una progettazione partecipata tra utopia ed economia della cura

Legge regionale sulle cooperative di comunità

I commenti sono chiusi.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: